Con la cena sociale si chiude la stagione dell’Arcella in Eccellenza: “Mai così in alto in 97 anni!”

  • 7 giugno 2019
  • francescococchiglia
  • Homepage, News
  • 0
  • 695 Views

Si è chiusa ufficialmente ieri sera, con la cena tra prima squadra, staff tecnico e dirigenza, l’annata sportiva 2018/2019 dell’Arcella. Una stagione storica, che ha visto i bianconeri chiudere la prima partecipazione al campionato di Eccellenza al terzo posto. “Dovete essere fieri, in 97 anni di storia l’Arcella non era mai arrivata così in alto”, che detto il presidente Gabriele Favero nel suo discorso alla squadra, che idealmente ha chiuso la stagione con il rompete le righe. “Al nostro primo anno in Eccellenza siamo riusciti a stupire tutti, siamo stati campioni d’inverno e ci siamo misurati contro squadre che conoscevano molto meglio di noi la categoria. Da neopromossa, non era davvero facile. Devo dire grazie a tutti voi, per l’impegno e la passione che ci avete messo, un merito che va condiviso con tutti, giocatori staff e persone che partecipano alla vita della società. Al di la del risultato sportivo, per me è stata davvero una bella sorpresa conoscere tanti bravi ragazzi, e di questo sono veramente contento. Come spesso accade quando si chiude una stagione, mi spiace che qualcuno l’anno prossimo non rimanga con noi, ma fa parte del gioco e vi ringrazio comunque tutti per aver contribuito a raggiungere il punto più alto della storia di questa società”.
Dopo i ringraziamenti pronunciati, ad uno ad uno, anche dal direttore sportivo Massimo Ceccato, a prendere la parola è stato mister Davide Tentoni: “Si conclude una stagione che personalmente ricorderò come una delle più belle”, le parole del tecnico, “un allenatore senza il supporto di ragazzi intelligenti non è niente, senza una società alle spalle non può raggiungere risultati. Qui ho trovato una filosofia che mi ha permesso di intraprendere un percorso importante: società, staff, squadra e persone che hanno lavorato dietro le quinte,un lavoro invisibile ma imprescindibile, senza cui non si va da nessuna parte. Alla squadra faccio i miei complimenti di cuore: siete stati disponibili, avete avuto voglia di essere protagonisti. Ho cercato di farvi sentire giocatori importanti, e spero di esserci riuscito”.
Nel corso della serata, emozionante il ringraziamento allo storico dirigente accompagnatore Renzo Mason, che forse non proseguirà il suo supporto alla squadra bianconera ma che assicura: “Prometto che ci penserò su”.
A chiudere i discorsi di rito, capitan Francesco Caco: “Un anno ricco di emozioni, perchè nel calcio niente è scontato. Non eravamo i favoriti, ma ci siamo ritagliati un ruolo importante. I meriti sono di un’organizzazione che non ci fa mai mancare niente, dal mister, al presidente, al direttore e allo staff. Sono stato un orgoglioso capitano di questa squadra”.

Appuntamento ora alla prossima stagione, sempre pronti a puntare ancora più in alto!

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.