Un derby incredibile: dominio arcellano, due traverse, ma vince il Borgoricco

  • 13 ottobre 2019
  • francescococchiglia
  • Homepage, News
  • 0
  • 314 Views

Difficile descrivere la quarta sconfitta stagionale dell’Arcella. In estrema sintesi potremmo dire così: a Borgoricco i bianconeri hanno dominato in lungo e in largo la partita, collezionando calci d’angolo e due legni, ma sono stati puniti dai padroni di casa che hanno concretizzato due delle – sole – tre occasioni costruite in tutta la gara. Nel primo tempo, soprattutto, si gioca praticamente ad una porta sola: doppia occasione subito per Gjoni, che sfiora il gol al 4′, poi all’8′ arriva a tu per tu con Niero che però chiude in angolo. Al 12′ altra chance: Sakajeva si aggiusta la palla in area, ma il suo sinistro si impenna in angolo dopo la deviazione di un difensore. Il Borgoricco si sveglia al 24′, quando dall’azione personale di Carraro scatta un rimpallo al limite che serve fortuitamente il liberissimo Scappin in area, su cui Vanzato risponde egregiamente. Dopo la botta di Barzon dal limite, che al 33′ finisce alta, al 38′ arriva la doccia fredda: l’arbitro punisce il lieve contatto in area (di spalla) tra Gal e Pavanello, e dal dischetto realizza Rossignoli. Nel finale, al 43′, grande azione arcellana: Barzon serve Sakajeva in area, sul cui cross svetta di testa Gjoni ma colpisce la traversa.
Nella ripresa, identico copione: Gjoni chiama al 10′ Niero a stendersi in angolo, Sakajeva ci prova a giro al 15′, ma è ancora il montante a salvare i padroni di casa. Il pareggio – meritatissimo – arriva al 22′, quando dal corner di Barzon la palla arriva al limite a Sakajeva, che lascia partire un destro terrificante che si insacca sotto l’incrocio opposto per il classico “gol della domenica”. Emblematico, il fatto che l’Arcella, dopo aver costruito occasioni su occasioni, sia costretto al pari solo con una autentica prodezza. I bainconeri continuano a spingere, macinano gioco e occasioni, ma al 40′ subiscono ancora su calcio piazzato: corner di Galliot, e Tessaro svetta insaccando alle spalle di Vanzato. A nulla serve l’assalto finale di un’Arcella sfortunatissima: Cortella vene trattenuto e atterrato in area ma l’arbitro lascia correre, quindi al 95′ Caco colpisce di testa ma la palla si spegne sopra la traversa.

BORGORICCO-ARCELLA 2-1
BORGORICCO: Niero, Rossignoli, Galliot, Sbrissa (38′ st Agostini), Scappin, Bellini (38′ st Zantomasi), Carraro, Vasic (24′ st Fantinato), Cappella, Tessaro, Pavanello.
A disposizione: Tieppo, Zannin, Gioacchini, Picco, Regazzo, Caccin.
Allenatore: Bertan.
ARCELLA: Vanzato, Gal, Asoletti, Bizzaro, Boscaro, Caco, Guerriero (14′ st Raimondi, 44′ st Canton), Pistolato (21′ st Dalla Via), Gjoni, Barzon, Sakajeva (34′ st Cortella).
A disposizione: Gasparello, Squizzato, Cescon, Magnino, Dario.
Allenatore: Tentoni.
Arbitro: Mognato di Mestre.
Reti: 38′ pt Rossignoli; 22′ st Sakajeva, 40′ st Tessaro.
Note: ammoniti Scappin, Bellini, Asoletti, Bizzaro, Gal e Sakajeva. Calci d’angolo 12-3 per l’Arcella. Recupero 0′ e 4′.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.