È stata una stagione esaltante, e da qui bisogna partire. Dobbiamo comunque fare gli applausi a questa Arcella, che per mesi ci ha tenuto col fiato sospeso e l’entusiasmo a mille, al primo posto per lunghi tratti della stagione mostrando un bel calcio, e dandoci tante emozioni. La formula di quest’anno non ci ha aiutato: i bianconeri chiudono al terzo posto, dietro al Giorgione e al Borgoricco, che con il 2-2 finale nello scontro diretto dell’ultima giornata mantiene il vantaggio in classifica ed estromette la squadra di mister Tentoni dagli spareggi, che stavolta riguardano solo le prime due classificate. Avrebbero meritato di andarci entrambe, l’Union e l’Arcella, per la stagione disputata, ma il calcio non è sempre grato. Nella partita conclusiva, la battaglia è stata vera, concreta,senza esclusione di colpi. I padroni di casa sono passati in vantaggio al 12′ con la respinta vincente di Ponvia sul palo colpito da Molin. I bianconeri sono riusciti a riprenderla al 31′ della ripresa con Ballarin, prima di vedersi nuovamente superati dal 2-1 firmato da Cappella. L’ardore non si è però spento, e il 2-2 firmato da Cherif non è bastato, ma ha restituito per l’ennesima volta una squadra mai doma. A cui vanno comunque i grandi applausi, dopo una bella stagione conclusa al terzo posto.