L’Arcella rimane a quota zero dopo due partite di campionato, e il modo in cui matura la seconda sconfitta in due gare (giocata a Casalserugo) ha davvero dell’incredibile. Dopo mezz’ora di gioco, la formazione di mister Fonti era in vantaggio per 3-1 sul Sandonà, capace però di accorciare le distanze prima dell’intervallo e poi, nella ripresa, di salvarsi sui tentativi falliti dai bianconeri e di ribaltare clamorosamente il risultato, portandosi a casa i tre punti di giornata.
nella prima frazione, i bianconeri partono a mille e in pochi minuti dilagano subito. Al 7′ arriva la prima rete di giornata, con Trevisan che realizza di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Passano altri otto minuti, e arriva anche il raddoppio arcellano: Vecchiato raccoglie palla al limite e dalla distanza pesca la conclusione vincente, che accarezza il palo e si insacca alle spalle di Bavena. Il Sandonà reagisce, e al 21′ accorcia le distanze con Fortunato, che realizza direttamente da calcio di punizione. Ma l’Arcella continua a macinare gioco, e dopo aver fallito una ghiottissima occasione al 26′ con Mangieri, che non trova l’impatto col pallone a pochi passi dal portiere, realizza il gol del tris proprio con l’ex Montecchio al 31′, realizzando al termine di un perfetto contropiede. Prima dell’intervallo, ancora una rete: il Sandonà trova il 3-2 con Manente, che sfrutta un’indecisione della retroguardia bianconera. Poi, ancora una volta, sale in cattedra da calcio piazzato Fortunato: il numero 4 veneziano, che già al 44′ del primo tempo aveva stampato sul palo un’altra punizione, trova un altro gioiello diretto in porta al 3′ della ripresa, torvando l’incredibile 3-3 e la personale doppietta. L’Arcella non demorde, e al 7′ sfiora il poker con Mangieri, che calcia al volo dal limite dell’area ma spedisce fuori di un soffio. E invece, il quarto gol è del Sandonà, che all’11’ realizza l’impensabile 3-4 con Uliari, dopo una mischia furibonda nell’area bianconera. La formazione di mister Fonti si butta in avanti nell’ultima mezz’ora, e sfiora il nuovo pareggio al 19′ quando Vecchiato, a conclusione di un’azione di Mangieri, sfiora il palo. Nel finale, l’Arcella rischia di capitolare ancora in contropiede: Zorzetto arriva da solo davanti a Berto che è però bravissimo a sventare. Finisce però 4-3 per gli ospiti: per l’Arcella una delusione immeritata.

ARCELLA PADOVA-SANDONA’ 3-4
ARCELLA: Berto, Toso, Tagliapietra (34′ st Vidor), L. Rossi (29′ st Stangherlin), Varnier, Boscaro (38′ st Shaholli), Danielli, Pistolato (1′ st Bettonte), Trevisan, Vecchiato (40′ st Volpara), Mangieri.
A disposizione: T. Rossi, Maritan, Lovato, Beato.
Allenatore: Fonti.
SANDONA’: Bavena, Donadello, Guizzini (48′ st Tognin), Fortunato, Uliari, Abcha, Momentè (1′ st Craciun), Scroccaro, Zorzetto (41′ st Gashi), Carli (25′ st Bossi), Manente (30′ st Livotto).
A disposizione: Piccolo, Germati, Railean, Susanna.
Allenatore: Zanon.
Arbitro: Nannalli di Valdarno.
Reti: 7′ pt Trevisan, 15′ pt Vecchiato, 21′ pt Fortunato, 31′ pt Mangieri, 40′ pt Manente; 3′ st Fortunato, 11′ st Uliari.
Note: ammoniti Rossi, Bettonte, Gashi e Varnier.