Treviso avanti all’89’, ma anche il pari sarebbe stato stretto a questa splendida Arcella

  • 30 Ottobre 2022
  • francescococchiglia
  • Homepage, News
  • 0
  • 180 Views

Perdere così fa male, al minuto 89′ dopo aver dominato la ripresa. Ma una sconfitta così, con questo avversario, e con una simile prestazione, può e anzi deve dare stimoli e consapevolezza per il futuro. L’Arcella s’inchina al Treviso capolista e cade di misura nel glorioso stadio “Tenni”, ma lo fa solo a un minuto dal novantesimo, dopo una gara giocata ad armi pari, sfiorando la rete (più volte) e rischiando di subire (molto meno), giocandosela a viso aperto e senza timori reverenziali. Alla fine, anche il pareggio avrebbe potuto stare stretto alla formazione arcellana, ma la capolista ha fatto valere la sua maggiore esperienza, concretizzando nel finale dopo una gara di sofferenza, e proseguendo la sua corsa quasi inarrestabile in classifica.
Succede poco in avvio, poi a svegliarsi per prima è proprio la squadra di Fonti, che si affaccia pericolosamente dalle parti di Fiorenzato tra il 12′ e il 14′, quando Varnier scheggia la parte superiore della traversa. I padroni di casa si svegliano al 29′, con una conclusione da fuori area di Masoch che però non trova lo specchio. Sul finire di primo tempo, al 44′, Berto è bravo quindi a distendersi sulla chance di Granati. Nella ripresa l’Arcella parte fortissima, e spaventa non poco la capolista: Fiorenzato è costretto a un doppio intervento miracoloso per dire di no al gol bianconero, prima su Vidor e poi su Mangieri, ripetendosi poi anche al 14′ su Danielli. Il Treviso, che si vede solamente con Posocco, chiuso in angolo, spinge nel finale: Berto è bravo a deviare un bel tiro dalla distanza di Marcolin, prima di un’altra occasione bianconera. Al minuto 42′, Arcella di nuovo vicina al vantaggio con Trevisan, che dopo un’ottimo dialogo nello stretto non riesce a trovare il guizzo decisivo. A un minuto dal novantesimo, sul ribaltamento di fronte, arriva la doccia fredda: Berto respinge colpo di testa di Sottovia, Marcolin ne approfitta e riesce a trovare la rete insperata che manda i tre punti ai trevigiani. L’Arcella esce a testa altissima, e avrebbe meritato molto, molto di più.

TREVISO-ARCELLA 1-0
TREVISO: Fiorenzato, Shokulli (39′ st Busatto), Mosca (26′ pt Salviato), De Poli (22′ st Chin), Boscolo Berto, Granati (31′ st Pasha), Spader (4′ st Stefani), Masoch, Sottovia, Marcolin, Posocco.
A disposizione: Lombardi, Sorrentino, Marinello, Casella.
Allenatore: Cunico.
ARCELLA: Berto, Toso, Maritan (40′ pt Lovato), Tagliapietra (49′ st Stangherlin), Pistolato, Varnier (49′ st Beato), Vidor, L. Rossi (33′ st Salvatore), Trevisan, Mangieri, Danielli (21′ st Bettonte).
A disposizione: T. Rossi, Boscaro, Bressan, Shaholli.
Allenatore: Fonti.
Arbitro: Rossi di Mestre.
Reti: 44′ st Marcolin.
Note: ammoniti Pasha, Masoch e Granati. Espulso Boscaro dalla panchina e Cunico (all. Treviso). Recupero 3′ e 5′, spettatori 700 circa

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.